Come prevenire la perdita e la fuga di dati

Come prevenire la perdita e la fuga di dati

Indice dei Contenuti

La protezione dei dati deve essere una priorità per ogni azienda in quanto sono una risorsa molto importante e che va tenuta al sicuro. Non parliamo solo dei dati aziendali ma anche di quelli dei clienti.

La perdita e la fuga di dati infatti possono avere delle conseguenze gravi che possono causare danni irreparabili alla reputazione, perdita della fiducia da parte dei clienti, azioni legali, sanzioni, perdite economiche e rallentamento dell’attività lavorativa.

Cosa sono la perdita e la fuga di dati

Si tratta di due concetti differenti che cercheremo di analizzare in maniera molto semplice.

Perdita di dati

La perdita di dati si verifica quando i dati vengono persi a causa di guasti hardware, attacchi informatici come ransomware, errori umani, smarrimento di memorie di massa o calamità naturali; se non è presente una corretta policy di backup, è causa di danni economici e di blocco dell’operatività in quanto ormai l’intera attività lavorativa di un’azienda si basa sui dati.

Fuga di dati

La fuga di dati si verifica invece quando i dati sensibili e le informazioni riservate utilizzate o archiviate all’interno di un’azienda vengono divulgate al di fuori dell’azienda stessa e resi accessibili a utenti non autorizzati, causando danni economici e alla reputazione.

La fuga di dati, tanto quanto la perdita, è un evento grave perché può riguardare dati sensibili come informazioni personali, finanziarie, sanitarie o commerciali che possono essere utilizzate per danneggiare la reputazione o commettere crimini e frodi.

Può avvenire tramite quella che prende il nome di esfiltrazione, ad esempio a seguito di cyber attacchi o di azioni volontariedi utenti non autorizzati, come l’invio di informazioni all’esterno tramite email, personali o aziendali, o il trasferimento su memorie di massa portatili non debitamente monitorate.

Come prevenire la perdita e la fuga di dati

Per tenere al sicuro i dati ed evitarne perdita e fuga è necessario utilizzare strategie di cyber security evolute e differenti a supporto di una corretta formazione degli utenti.

È fondamentale proteggere in maniera completa l’intera l’infrastruttura IT cominciando, ad esempio, dagli analizzatori di traffico per continuare con policy di backup efficienti e arrivare al pieno controllo delle porte USB.

Il backup è fondamentale perché permette di recuperare i dati persi, a seguito di eventi volontari o involontari, e garantire la continuità dell’operatività aziendale; una garanzia di salvaguardia del lavoro ma anche dei dati sensibili dei clienti.

Una perdita di dati infatti blocca l’attività lavorativa e si traduce in perdite economiche.

Una sola copia dei dati aziendali non è tuttavia sufficiente a tenerli al sicuro. Una delle migliori pratiche nella protezione dei dati è l’implementazione della regola 3-2-1. Questa regola suggerisce di disporre di tre copie separate dei dati in altrettanti e diversi tipi di media tra i quali almeno uno esterno all’azienda, in modo da averla al sicuro da qualsiasi evento che possa minacciare localmente l’azienda.

Non sono solo gli hacker a poter tentare di impossessarsi dei dati aziendali ma questi ultimi possono anche essere sottratti attraverso l’invio tramite email o l’utilizzo di dispositivi USB.

Ecco perché è fondamentale proteggere i dati in uscita con tecnologie evolute come quelle basate sul MetaDefender Core che, oltre a svariati controlli anti malware, è  in grado di rilevare centralmente i dati sensibili e riservati in transito, rimuovendoli o censurandoli prima che escano dalla rete via email o tramite memorie rimovibili.

Controllo degli accessi e autenticazione a due fattori

Per limitare l’accesso ai dati sensibili e ridurre il rischio di fuga di dati è altresì buona norma integrare un sistema di controllo degli accessi. È inoltre utile implementare autentificazioni multiple per accedere ai sistemi aziendali.

Formazione dipendenti

Spesso sono i dipendenti inconsapevoli a mettere a rischio i dati aziendali, attraverso l’apertura di email phishing o l’esposizione non intenzionale dei dati a utenti non autorizzati. Per ovviare a questi problemi è utile sensibilizzare i dipendenti e informarli sulle truffe via email, sulle pratiche di sicurezza e sull’utilizzo corretto dei dispositivi.

Prevenire la fuga e la perdita di dati è quindi assolutamente possibile e l’applicazione di quanto necessario a proteggerli è, a nostro parere, una responsabilità dalla quale non è possibile esimersi.

Condividi:

Ultimi articoli